Skip to content

Brief sito web: cosa includere per trovare l’agenzia giusta senza perdere tempo

Guida pratica per chi lavora come responsabile marketing/comunicazione presso aziende o enti.

3 minuti

Brief sito web: cosa includere per trovare l’agenzia giusta senza perdere tempo

Brief sito web: cosa includere per trovare l’agenzia giusta senza perdere tempo

Selezionare un nuovo fornitore è spesso un processo lungo e tortuoso, per snellire l’iter occorre partire col piede giusto, ovvero scrivere un brief di agenzia efficace. 

Infatti un documento dettagliato, seppur richieda più impegno all’inizio, innesca un vero e proprio effetto domino che fa risparmiare tempo e massimizzare i risultati in più di un modo.

Vuoi ricevere subito la checklist per il corretto brief?

Di seguito condividiamo consigli pratici per il migliore dei risultati per tutte le parti coinvolte.

Le caratteristiche di un brief ben fatto

Se un’agenzia non ha informazioni precise può fare supposizioni errate che non corrispondono ai bisogni reali, magari includendo nel budget delle voci non effettivamente necessarie, che possono rivelarsi spese inutili passibili di critiche da parte dei superiori. 

Un documento esauriente riduce errori e incomprensioni e consente di ricevere preventivi più precisi. Inoltre se le comunicazioni tra agenzia e azienda non sono monopolizzate da chiarimenti e domande, c’è più tempo a disposizione per approfondire i dettagli del progetto e la conoscenza reciproca.

È importante giocare a carte scoperte per quanto riguarda budget e mole di lavoro prevista. Un’agenzia seria può consigliare il migliore approccio in base alle scadenze e alle risorse che il cliente vuole investire, magari dividendo il lavoro in più fasi o proponendo una soluzione alternativa che l’azienda non conosceva ancora.

Potrebbe sembrare ripetitivo o superfluo inserire queste informazioni, ma lo è soltanto se si copia quanto scritto sul sito web aziendale o sulle brochure. Nel brief occorre fornire tutti quei dettagli che l’agenzia non può scoprire facendo una ricerca su Google, in particolar modo se si tratta di un prodotto o servizio nuovo. 

Spesso le aziende desiderano lavorare con un’agenzia che ha esperienza nel settore in cui operano e per questo omettono tali informazioni. Tuttavia, anche in questo caso è necessario soffermarsi su questi aspetti, perché ogni azienda è differente o ciò che funzionava l’anno prima potrebbe non andare quest’anno (pensiamo a cambiamenti drastici e repentini come la pandemia o a un semplice aggiornamento di una piattaforma), per cui anche l’agenzia più esperta può beneficiare di insight specifici.

Come scrivere un brief per un sito web istituzionale

Quando si tratta di siti web istituzionali, o di rappresentanza, si sottostima spesso il lavoro che c’è dietro, perché, pensando al numero esiguo di pagine, si crede che sia più semplice realizzarne uno rispetto a, per esempio, un sito e-commerce. Questo è vero fino a un certo punto; effettivamente potrebbe esserci meno lavoro dal punto di vista tecnico, ma un maggior impegno da quello creativo, in quanto parole e media dovranno essere scelti con maggior cura per riflettere l’immagine aziendale al meglio e la sua Unique Value Proposition (ovvero la ragione perché dovrebbero scegliere la vostra azienda rispetto alle altre). 

Inoltre è bene ribadire che il sito non è la prima attività di comunicazione da eseguire. Fare questo passo senza un’identità e un’immagine aziendale ben definita porterà a dei risultati insoddisfacenti, motivo per cui un’agenzia seria e competente proporrà di lavorare prima su questi aspetti, non tanto per fare cassa ma per realizzare un lavoro ben fatto che porti agli obiettivi sperati.

Ricevi la checklist
per il corretto brief

Scrivi un brief diretto ad agenzie di marketing che sia esauriente e completo.
Scaricalo ora!

iscriviti alla Guida galattica

per responsabili marketing

Iscriviti alla newsletter e preparati al decollo!

Articoli correlati